It’s Christmas time! Ma sai scegliere l’abito giusto?

Cosa indosseremo durante le festività natalizie? Come cercheremo di tirare fuori il meglio dalla nostra immagine? E siamo sicure che quello che riflette il nostro specchio sia proprio ciò che sentiamo di essere?

 

Il mese di dicembre più di qualunque altro porta a domandarci qual è il look giusto per le serate di festa. Spesso ci si rifugia nel classico tubino nero o nel tradizionale rosso, senza soffermarsi sulla ricerca di colori alternativi.

Ma come scoprire quali sono i più giusti per noi, quelli che,oltre a regalarci fascino e bellezza ci diano anche benessere?

Il primo passo è scoprire i colori “amici”, quelli cioè che riescono a valorizzare le caratteristiche e le cromie naturali del volto e dei capelli, ma si può fare molto di più; abbinando spezie ed essenze che si armonizzino con i nostri colori scopriremo quanto la sinergia degli elementi possa condurci al “bell’essere” più completo, anche durante le tanto sospirate feste.

 

I colori che scegliamo per i nostri abiti non sono casuali ma spesso dipendono dallo stato d’animo del giorno o del periodo.

Ci capita di scegliere sempre una certa gamma di colori senza sapere il perché? Questo è facilmente comprensibile se pensiamo al colore come ad una delle lingue dell’inconscio. La scelta è quindi spesso dettata dallo stato d’animo che ci accompagna in un determinato momento della nostra vita più che dalla consapevolezza del benessere che quel colore può regalarci o, al contrario, toglierci.

Per evitare che le scelte siano dettate solo da impulsi momentanei però, è necessario innanzitutto conoscere le tipologie cromatiche e capire a quale di queste apparteniamo.

Sono quattro, legate alle stagioni:

 

Inverno

temperatura carnagione:  fredda

incarnato: avorio chiaro o olivastro

capelli: neri o castano scuri, senza riflessi rossi

occhi: neri, castani, azzurri o verdi, sempre in tonalità fredde

metallo: argento, oro bianco

I colori amici vanno dai toni più scuri e privi di luce a quelli più accesi e saturi, come di un paesaggio invernale che passa dalle nuvole al sole dopo una bella nevicata, dove tutto apparirà più saturo, acceso, brillante.

 

 

Estate

temperatura carnagione: fredda o neutra tendente al freddo

incarnato: avorio luminoso o soft

capelli: biondo cenere, castano chiaro cenere

occhi: verdi o castani in tonalità fredde

metallo: argento, oro bianco

Nonostante l’estate ci faccia pensare al caldo rovente, i colori amici per questa tipologia sono anch’essi in tonalità fredde ma totalmente diversi dal tipo inverno: sono i colori dei prati verdi, del cielo terso, della frutta tipica dell’estate.

 

Autunno

temperatura carnagione: calda

incarnato: avorio medio, dorato, ambrato

capelli: castani, neri, rossi, biondi, tutti con riflessi dorati o ramati

occhi: verdi, castani con sfumature gialle e ambrate

metallo: oro giallo, oro rosa

I colori che illuminano questa tipologia vanno dai caldi luminosi a quelli più profondi; verde oliva, terra di Siena, ocra, vinaccia, viola caldi. Il richiamo al paesaggio autunnale è immediato: foglie che cambiano colore, boschi dalle mille sfumature, tramonti infuocati.

 

Primavera

temperatura carnagione: calda o neutra tendente al caldo

incarnato: avorio chiaro, luminoso

capelli: biondi, castano chiari dorati

occhi: azzurri, verde smeraldo, castani tendenti al verde

metallo: oro giallo, oro rosa

Anche la palette primavera è una palette di tonalità calde ma, al contrario di quelle autunnali, molto più chiare e luminose. raggruppano i colori pastello o saturi caldi. Primavera come sinonimo di prati dai fiori delicati, cieli azzurri, tramonti ed albe rosa o lilla.

 

E poi non dimentichiamoci di scegliere abiti che valorizzino il nostro tipo fisico: che sia a cerchio, a triangolo, a rettangolo o a clessidra, ognuna di noi potrà essere elegante, intrigante, affascinante come le feste richiedono.

 

SILHOUETTE A CERCHIO O MELA

È caratterizzata da seno prosperoso e cassa toracica importante, con punto vita poco definito e, solitamente, gambe magre e ben modellate.

Per le donne mela sono ideali gli corti, la lunghezza ideale è a metà coscia o al ginocchio. Se il seno è prosperoso sono consigliati tutti gli abiti a impero leggermente svasati, mai diritti. Se si ha poco seno vanno bene gli abiti a tunica o a trapezio,ma non eccessivamente svasati e realizzati con tessuti abbastanza sostenuti.Vanno evitate fantasie importanti, righe orizzontali e ruches o applicazioni che diano volume.

 

SILHOUETTE A TRIANGOLO O PERA

La parte superiore del corpo è più sottile, con seno minuto, mentre i fianchi sono ampi e arrotondati.

Gli abiti donano molto alla donna a triangolo, soprattutto se stretti in vita con la gonna svasata o a ruota. Da evitare tutti quelli dritti, stretti in fondo o a palloncino, persino il classico semplice tubino nero a meno che non sia un modello un po’ svasato. La lunghezza perfetta è al ginocchio e indossato con calze coprenti scure che otticamente snelliscono le gambe dobbiamo snellire le gambe visto che non sono il nostro punto forte. Libertà nella scelta dei colori anche se è bene evitare le fantasie a rombi e le righe orizzontali dalla vita in giù.

 

SILHOUETTE A TRIANGOLO INVERTITO

La donna a triangolo invertito è esattamente l’opposto della donna a pera; il seno è prosperoso, le spalle abbastanza larghe ma bacino stretto e gambe sottili. Anche questo tipo fisico è piuttosto androgino in quanto ricorda quella maschile come proporzioni.

Gli abiti ideali sono quelli che sottolineano il punto vita o che creano volume nella zona inferiore (modelli con baschina o a palloncino). Da preferire lunghi scolli a V e lunghezze mini che mettono in risalto le gambe.

 

SILHOUETTE A RETTANGOLO O MATITA

La donna rettangolo ha una figura , poche curve, di taglia piccola e con punto vita poco evidente.

È una figura equilibrata tra parte alta e parte bassa del corpo. Importante, per questa silhouette, creare movimento nell’outfit con tagli asimmetrici, balze e volant (di grande tendenza), Cinture alte sugli abiti e giacche con baschina ampia saranno perfetti.

 

SILHOUETTE A CLESSIDRA

Questo tipo fisico è senz’altro il più femminile, con spalle e bacino perfettamente in linea, vita sottile, fianchi arrotondati e seno ben proporzionato.

Anche per questo tipo fisico l’abito è consigliabilissimo, dal classico tubino a quello a portafoglio, che esalta le curve o anche i modelli in tessuto stretch, a patto che non “strizzino” troppo le forme per non scadere nella volgarità. Da evitare gli abiti a sacchetto, in stile impero, e abiti o top dritti e ampi, perché nasconderebbero la parte più bella della silhouette, cioè la proporzione perfetta tra busto e fianchi e il punto vita sottile.

 

Fin qui, l’immagine: utilizzando le palette giuste e i modelli più adeguati al nostro tipo fisico avremo la certezza di scegliere le tonalità e le linee più adatte per trucco e abito.

Ma frugando anche nel bagaglio dell’erborista scopriremo come la bellezza passi anche attraverso il benessere, sempre attraverso i nostri colori.

Così ad esempio per la Donna Inverno i verdi freddi e i viola favoriranno il rilassamento e la concentrazione valorizzando la sua sensualità, l’essenza di lavanda e l’infuso di verbena daranno serenità.

Alla Donna Estate gli azzurri e i verdi teneri regaleranno freschezza così come le essenze dalle note acquatiche, mentre la menta e il limone daranno tono ed energia.

Per la Donna Autunno sarà l’ideale illuminarsi con l’oro, i gialli ed i rossi intensi, e scaldarsi con le essenze di arancio, zenzero e cannella.

Alla Donna Primavera, infine,il rosa darà luce, la sua essenza, come quella di tuberosa e fiori d’arancio assicurerà il buonumore, una tisana di rosa canina, malva e sambuco darà un pieno di vitamina c.

Il bianco e il nero, colori non colori, saranno irrinunciabili per tutte. Questo inverno, se vogliamo anticipare la tendenza per il prossimo anno, osiamo l’arancio del Living Coral, colore Pantone per il 2019.

 

E infine, ricordate il motto di Coco Chanel: “less is more”. Un solo accessorio coloratissimo, brillante, eccessivo, ma solo uno; che sia un gioiello, una clutch o un sandalo dovrà essere il catalizzatore assoluto del look. Oltre al vostro fascino, ovviamente!

 

 

 

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *