L’Ottocento (prima parte)

Il mio viaggio in Inghilterra si è concluso presto (piove troppo!) ed ho pensato di tornare indietro in Francia dove, mi dicono, la Rivoluzione è durata ben poco, e al comando della nazione ora c’è addirittura un imperatore! Si chiama Napoleone Bonaparte, e sotto il suo impero sono cambiate molte cose, tra cui il modo di vestire; dopo la Rivoluzione, durante il Direttorio, le signore avevano abbandonato corpetti, busti e sottogonne per vestire come le antiche romane, tunica leggerissima, scarpine basse e acconciatura compresa. Erano talmente belle da essere chiamate “Les Merveilleuses”, e gli elegantissimi signori che le accompagnavano “Les Incroyables”! Con Napoleone però i leggerissimi tessuti in cotone e seta provenienti dall’Oriente vennero messi al bando, e le signore tornarono ad indossare abiti in velluto e rasi pesanti, pieni di passamanerie, pizzi e guarnizioni… io le preferivo com’erano prima!
La linea prevede sempre abiti a vita altissima, che da allora sarà chiamata “a Impero”, scarpine che tornano ad avere il tacco e cappelli con grandi nastri da annodare sotto il mento (quelli estivi in paglia si chiamano “Pamela” ).
Ma il regno di Napoleone già comincia a scricchiolare; una campagna di guerra disastrosa in Russia e poi un’altra a Lipsia gli stanno facendo perdere tutto il potere acquisito. Chissà che accadrà ora? Si dice che in Europa si vogliano ricreare i vecchi regni pre-rivoluzione… “Restaurazione”, questo è il nome che sento pronunciare da tutti. E della moda stile Impero che ne sarà? Spero che il gusto non cambi troppo presto…ora che ho rinnovato tutto il guardaroba!

A la prochaine fois! Au revoir!

 

© tutti i diritti riservati

 

Condividi

4 pensieri su “L’Ottocento (prima parte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *