Il Rinascimento

“Eccomi di nuovo in viaggio in questa terra bellissima e lussureggiante, piena di paesi e città , poco distante dalla pur splendida Francia: si chiama Italia, ed è qui che mi immergo in un’altra corrente artistica densa di testimonianze magnifiche, il Rinascimento. Mi dicono che la culla ne sia Firenze e in realtà è davvero una città ricchissima di fermento culturale e monumenti magnifici; arrivo qui nell’Anno 1470, un periodo in cui signore della città è un bellissimo giovane che si chiama Lorenzo. E’ detto “Il Magnifico” e si capisce subito il perché: nella sua corte vive solo bellezza, tramite le opere dei tanti artisti che lui accoglie e aiuta. E la stessa bellezza la ritrovo nell’abbigliamento, fastoso, ricco e coloratissimo. Che magnificenza i tessuti! Velluti, sete, broccati finemente ricamati… Gli uomini indossano una corta giacca detta “farsetto” o una specie di abito detto “gonnella”,in testa la “berretta” o un buffo cappello a ciambella chiamato “mazzocchio”, le donne abiti sontuosissimi (“guarnello”, “gamurra” e “cotta”) e sopravvesti (“giornèa” e “cioppa”) ancora più ricche. Sono bellissime nelle semplici acconciature …ma è strana la loro fronte così alta! Scopro che la depilano per far sì che il volto assuma un aspetto più luminoso e allungato. Che strano…ma sono splendide anche così! Io non credo che riuscirò a sottopormi a questa tortura ma sicuramente cercherò il migliore sarto della città per farmi confezionare uno splendido abito!

A presto!”

© tutti i diritti riservati

Ultimi articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *