Items: is fashion modern?

Dai jeans Levi’s 501 all’orologio Casio, dalle infradito ai leggins, passando per oggetti con origini più antiche e non legate all’industria dell’abbigliamento come una kippah, una kefiah e un girocollo di pelle.

Al MoMa di New York, museo d’arte moderna per eccellenza, va in scena una mostra destinata a far parlare molto di sè: “Items: is fashion modern?” è la seconda mostra sul tema della moda che viene ospitata dal famosissimo museo, e non a caso il suo titolo si rifà a quello della prima, organizzata nel 1944 e dal titolo “Are clothes modern?”. Una continuità che vuole creare un filo conduttore tra il passato e il presente di quello che la moda rappresenta, ma anche della storia del museo, spazio di raccolta ed esposizione delle più importanti opere d’arte e di design dell’era moderna. E la moda è, alla fine, un settore del design che in molti ancora non concepiscono come arte. La curatrice stessa della mostra, Paola Antonelli, spiega all’ANSA che “Il nostro obiettivo  è dimostrare che la moda fa parte del design, ma anche far sapere alla gente che gli abiti hanno un impatto sia personale che globale”.

All’interno della mostra saranno esposti 111 capi d’abbigliamento che hanno segnato gli ultimi due secoli e continuano ancora oggi a essere indossati e acquistati e, aldilà degli stilisti che li hanno creati, si concentra sulle connessioni e le relazioni tra l’abbigliamento e la cultura, l’estetica, la funzionalità, la politica, l’economia e la tecnologia. Un tributo ad una parte essenziale del nostro vivere quotidiano, che ha lasciato e lascia segni indelebili nel nostro vissuto.

 

Dal 1 ottobre 2017 al 28 gennaio 2018

https://www.moma.org/calendar/exhibitions

(foto dal web)

Ultimi articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *