Ad ognuna il suo costume!

La bella stagione è alle porte, la temperatura sale e la voglia di mare cresce. Le vetrine sono già colorate da una miriade di costumi di ogni forma e colore e la scelta si fa difficile!

Indossare un costume da bagno può essere fonte di preoccupazione per una donna, che si trova letteralmente “messa a nudo” di fronte agli inevitabili problemi di silhouette. Ma come per ogni altro capo di abbigliamento basta seguire qualche regola per essere sicure di indossare il costume che ci valorizza al meglio.

Seno piccolo

I costumi con imbottiture non mancano, ma spesso sono pesanti, artificiosi e non asciugano in fretta. Meglio optare per un reggiseno a fascia, arricchito da nodo centrale o volants e in una bella fantasia, oppure per il classico triangolo solo leggermente imbottito che aiuta visivamente a guadagnare almeno una taglia.

Seno grande

Il segreto per chi ha un seno abbondante è scegliere un modello il cui taglio si adatti bene alla linea del seno. Niente push up né coppe che comprimono: la soluzione migliore è un corpino a brassiere o allacciato dietro il collo e che dia la possibilità di regolarlo. Se poi i fianchi sono stretti e quindi non proporzionati al seno, optate per uno slip con volant o fascia arriciata che dia volume rendendo la silhouette più proporzionata.

Fisico curvy

Prima di tutto individuate il vostro punto di forza e scegliete il costume in base a quello su cui volete puntare. Il modello di riferimento è l’intero fasciante che vi darà una mano a modellare il corpo. Se preferite il due pezzi, che non abbia lo slip troppo striminzito: i glutei dovrebbero essere completamente coperti e i fianchi non strizzati. L’importante è evitare i laccetti e gli slip troppo piccoli che mettono maggiormente in risalto i difetti di questo tipo di donna.

 

Fisico a mela

Opportuno scegliere un costume che ridisegni la figura: un modello nero ai lati e a fantasia al centro e sul seno o con rilievi tono su tono che disegnino un effetto clessidra, slanciando il corpo. Il trikini (non troppo “nudo”) potrebbe essere un buon compromesso.

 

Fisico a pera (o triangolo)

La soluzione è scegliere un modello sgambato che slanci leggermente le gambe e minimizzi i fianchi. Per bilanciare spalle strette e seno piccolo la parte superiore potrebbe essere arricchita da volants, intrecci o nodi, anche sulle spalline.

 

Fisico a rettangolo

L’obiettivo di chi ha una silhouette diritta con poche curve è cercare di ricrearle. Anche in questo caso la scelta giusta è il trikini ( che poi, con un paio di sandali flat, pareo e orecchini crea una mise perfetta anche per una serata al mare).

 

Fisico a triangolo rovesciato (spalle larghe)

Chi ha le spalle ampie e toniche, stile nuotatrice, potrà rendere più femminile la silhouette adottando costumi monospalla o comunque dal taglio asimmetrico, o con laccetti da annodare dietro il collo, che riproporzioneranno la linea delle spalle.

 

Per finire, qualche regola generale: niente trucco, gioielli e tacchi alti. Sulla spiaggia la naturalezza vince!

 

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *